Corso GUNI Trieste

Posted by Gestore Sito accri biblio, With 0 Comments, Category: Senza categoria,

Corso di formazione per docenti della scuola secondaria

“Il fenomeno migratorio: conoscere per integrare. Quali opportunità per Trieste?”

FINALITA' GENERALE E PROPOSTA FORMATIVA

Durante la prima parte del corso si inquadra il fenomeno migratorio a livello geopolitico, nazionale e locale, fornendo non solo dati ma variabili, chiavi di lettura, esperienze concrete territoriali e casi/esempi/situazioni per comprendere a pieno le cause e le conseguenze del fenomeno. Verrà distribuito ai docenti un dossier contenente il maggior numero di dati e informazioni verificate sul tema, nonché un archivio di Unità Didattiche e strumenti/attività già sperimentate nelle classi dalle associazioni per sensibilizzare e formare sul tema (sia cartacee che su piattaforma web).

Obiettivo della seconda parte di formazione è dare a ogni docente la possibilità di “cucirsi addosso” i contenuti appresi nella prima parte, tarandoli sul proprio contesto classe, attraverso un lavoro di co-progettazione di strumenti didattici dedicati, con la supervisione e l’affiancamento dei facilitatori/formatori. In questa fase gli operatori delle associazioni partner (ACCRI, Il FVG in rete contro la tratta, Casa Internazionale delle Donne, Caritas, ICS, Fondazione Luchetta e altri) saranno a disposizione dei docenti e dei formatori per simulazioni di attività didattiche e approfondimenti.

Nella terza parte i docenti sperimenteranno in classe uno o più strumenti progettati, i risultati verranno condivisi in un incontro conclusivo di condivisione.

MAPPATURA DELLE COMPETENZE

  1. Dominare i concetti chiave del fenomeno migratorio a livello geopolitico, del diritto d’asilo e del sistema di accoglienza in Italia e a Trieste. Conoscere le situazioni di vulnerabilità dei migranti, i dati delle migrazioni al femminile e comprendere una lettura della migrazione come Tratta e come Sfruttamento di persone.
  2. Essere in grado di pianificare efficaci percorsi didattici capaci di dare uno sguardo globale e prospettive di azione locale sul tema dell’inclusione, integrazione e accoglienza delle comunità migranti.
  3. Essere in grado di implementare i percorsi didattici e di trasmettere alcune sensibilità agli studenti sul tema trattato

Ore Totali: 25 ore + 2/4/8/10 ore variabili di sperimentazione in classe

7 ore di formazione in presenza di formatori sui contenuti

14,5 ore di laboratori di gruppo per la progettazione partecipata di percorsi didattici in presenza di facilitatori/formatori

2/4/8/10 (variabile) ore di sperimentazione in classe

3,5 valutazione e condivisione finale

 

Il corso è inserito sulla piattaforma SOFIA ed è a costo zero per l'Istituto. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Data Nome Relatore/Docente/Facilitatore, Titolo Relazione/Lezione/Laboratorio, n. Ore Metodologia formativa
Venerdì 26 ottobre

(prima parte)

Panorama geopolitico delle migrazioni: le cause (relatore Alberto Flego), Il diritto d'asilo in Europa e in Italia; breve quadro storico e normativo (relatore Gianfranco Schiavone), Il sistema di accoglienza in Italia (relatore Gianfranco Schiavone), Il sistema di accoglienza a Trieste: buone pratiche e criticità (relatore Lucio Prodam - interventi di Caritas e ICS), Vulnerabilità dei migranti (Lucio Prodam) , Il femminile nelle migrazioni. Specifica lettura della migrazione come Tratta e come Sfruttamento di persone (Hermine Letonde Gbedo e Barbara Poldi).

3,5 ORE

 

Tavola rotonda
Mercoledì 7 novembre

(prima parte)

Panorama geopolitico delle migrazioni: le cause (relatore Alberto Flego), Panorama sul diritto d’asilo (relatore Gianfranco Schiavone), Il sistema di accoglienza in Italia (relatore Gianfranco Schiavone), Il sistema di accoglienza a Trieste: buone pratiche e criticità (relatore Lucio Prodam - interventi di Caritas e ICS), Vulnerabilità dei migranti (Lucio Prodam) , Il femminile nelle migrazioni. Specifica lettura della migrazione come Tratta e come Sfruttamento di persone (Hermine Letonde Gbedo e Barbara Poldi).

3,5 ORE

 

Tavola rotonda
Mercoledì 21 novembre

(seconda parte)

Formazione per formatori: dalla formazione alla didattica. Come tradurre in esperienze e azioni didattiche le informazioni trasmesse nella prima parte (Stefano Carbone e Alessandra Crimi).

3,5 ORE

Lavori di gruppo
Mercoledì 28 novembre

(seconda parte)

Formazione per formatori: dalla formazione alla didattica. Come tradurre in esperienze e azioni didattiche le informazioni trasmesse nella prima parte (Stefano Carbone e Alessandra Crimi).

3,5 ORE

Lavori di gruppo
Mercoledì 5 novembre

(seconda parte)

Formazione per formatori: dalla formazione alla didattica. Come tradurre in esperienze e azioni didattiche le informazioni trasmesse nella prima parte (Stefano Carbone e Alessandra Crimi)

7,5 ORE

Lavori di gruppo
Data da definire

(terza parte)

valutazione e condivisione finale

3,5 ORE

Tavola rotonda
Translate »