BOLIVIA_2012-205

Questo laboratorio è volto a fare prendere coscienza gli alunni della scuola secondaria di primo grado che le risorse della terra, l’acqua in primis, sono limitate e che la possibilità di usufruirne è legata al loro buon uso da parte di tutti. L’incontro si conclude alla ricerca di buone prassi alla portata di tutti che promuovano la cittadinanza attiva e la responsabilità personale
Obiettivi
- Far comprendere che l'acqua, come altre doni della terra, è una risorsa limitata
- Far prendere coscienza delle differenze di consumo di acqua a livello mondiale
- Stimolare il confronto, facendo riferimento al proprio quotidiano
- Promuovere la"cittadinanza attiva" e la "responsabilità personale"
- Individuare possibili soluzioni a livello micro
Tempi
Un incontro di due ore
Contenuti
Dopo un veloce brainstroming sulle modalità di utilizzo dell’acqua, si presentano agli alunni due giochi di simulazione, l’uno sulla distribuzione dell’acqua sul pianeta e il secondo sui livelli di consumo di tale risorsa da parte di famiglie residenti in continenti diversi. Dopo aver fornito alla classe dati e informazioni che mettono in evidenza anche i problemi di accesso a questa risorsa, si conclude l’incontro riflettendo sul proprio ruolo difronte a tale problematica e cercando di individuare alcune buone prassi accessibili anche ad un ragazzino della scuola media.
Metodologia
- giochi di simulazione
- lavoro a piccoli gruppi
- momenti di comunicazione-racconto con utilizzo di slides
- attività interattive con utilizzo di vari strumenti
- rielaborazione in gruppo
Translate »