Il Trentino incontra il dott. Denis Mukwege

Posted by Gestore Sito accri biblio, With 0 Comments, Category: Senza categoria,

IL TRENTINO INCONTRA IL DOTT. DENIS MUKWEGE,

IL MEDICO CHE "RIPARA LE DONNE

                                                                                           di Adelia Daldoss

 

Dopo uno stimolante percorso partito nel 2015 e protrattosi per tutto il 2016 da parte di ACCRI in varie scuole trentine, percorso di informazione e di sensibilizzazione riguardante i diritti umani ed in particolare la tragica realtà della Repubblica Democratica del Congo con John Mpaliza, abbiamo la conferma che il dott. Denis Mukwege sarà a Trento nel mese di novembre.

Il lavoro portato avanti  nelle scuole trentine porta i suoi frutti, lasciando emergere che i ragazzi hanno colto lo stimolo proposto da ACCRI per un passaggio dall’informazione, alla consapevolezza, alla responsabilità personale. L’iniziativa di un gruppo di studenti dei Licei scientifici Da Vinci e Galilei di Trento, sostenuti dal loro docente di IRC, prof. Stefano Paternoster, di invitare il Dott. Denis Mukwege a Trento è stata accolta!

Ma ora vi vorrei parlare del nostro ospite! Nato a Bukavu nella Repubblica Democratica del Congo nel 1955, laureato in medicina e specializzato in Ostetricia e Ginecologia in Francia, rientra nel suo Paese dove nel 1988 fonda il Panza Hospital, la cui opera fa conoscere al mondo le atrocità della guerra, ma soprattutto dello “stupro collettivo” come arma di guerra.

Il mondo si è accorto di lui più di una volta, candidandolo al Nobel per la Pace e assegnandogli il premio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani nel 2008, il Premio Sakharov per la libertà di pensiero nel 2014 e, nello stesso anno, anche il Premio internazionale Primo Levi.

Per la sua attività in favore delle donne stuprate, il dott. Mukwege ha subito violenze e pesanti minacce. Nel 2012 uomini armati hanno attaccato la sua casa, preso le sue figlie in ostaggio. Un uomo della sicurezza è riuscito a salvarlo perdendo però la vita! Da quel momento lui è andato in esilio in Europa. Ma dopo due mesi decide di tornare a lavorare a Panzi nel 2013, dove tutt’ora aiuta le donne, si stima che ne abbia curate personalmente più di 20.000, donne vittime di devastanti stupri collettivi! Riporto alcune sue parole pronunciate in occasione di un discorso al Palazzo di Vetro “Le donne vittime di violenza sessuale in Congo sono disonorate. Vedo costantemente con i miei occhi le anziane, le giovani, le madri, e persino le bambine disonorate. Ancora oggi, molte sono schiave sessuali. Altre sono usate come armi da guerra. I loro organi subiscono i trattamenti più aberranti! E’ la distruzione delle donne, unica risorsa vitale in Congo...”

Lui che nella sua professione aveva scelto di aiutare le donne a  far nascere i bambini, si è trovato un compito molto arduo: ricostruire i genitali a donne vittime di violenza!

Un UOMO pieno di coraggio…ma anche con tanta tristezza per tutte queste donne che lui “ripara” (come lui stesso spiega) ed assiste, per le quali  si batte affinché ricevano assistenza legale dopo le loro denunce.

L'ACCRI, assieme al CAVA (Comitato delle Associazioni della Vallagarina per l'Africa) e al Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, ha organizzato la visita del dott. Mukwege in Trentino nel seguente modo:

  • 17 novembre: incontro con la cittadinanza e le autorità istituzionali presso l’Oratorio del Duomo a Trento (via Madruzzo, 45), alle ore 20.30.
  • 18 novembre: al mattino incontro con gli studenti dei Licei scientifici da Vinci e Galilei, presso l'Istituto Galilei di Trento. Nel pomeriggio, a Rovereto, presso la Campana dei Caduti, incontro privato con il Reggente, la Comunità della Vallagarina e i sindaci dei Comuni che hanno aderito all'iniziativa.   La sera alle 19.00, cena conviviale presso la sala Cristina della parrocchia Sacra Famiglia (piazzale Defrancesco 1), come occasione per una raccolta fondi a favore dell’Ospedale di Panzi.

Per info e prenotazioni: africa.cava@gmail.com -  348 8861001

 

Translate »