Lettera di Gianluca dall’Ecuador

Posted by Gestore Sito accri biblio, With 0 Comments, Category: Generale,

Gianluca Lemma, già operatore dell'ACCRI, ci scrive dall'Ecuador, dove vive con la sua famiglia:

" Buongiorno Nives e tutti,

come va? Noi in realtà siamo sotto assedio... nel senso che dopo dodici anni ritornano le proteste contro il governo, i blocchi delle strade, i copertoni bruciati, gli indigeni che in decine di migliaia scendono dalle montagne per marciare verso Quito.

Il motivo? Aggiustamenti strutturali dettati dal FMI [Fondo Monetario Internazionale, n.d.r.]. Niente di nuovo quindi. Ai dipendenti pubblici (nuovi contratti) viene decurtato il periodo di ferie annuali da 30 a 15 giorni, un giorno al mese lavoreranno gratis e per il rinnovo di contratti a tempo indeterminato lo stipendio sarà del 20% in meno, rispetto al primo periodo. Ma la misura più contestata è l'eliminazione dei sussidi sui combustibili: benzina e diesel, il quale prezzo aumenta rispettivamente del 80 e del 120%!!!! A catena provocherà l'aumento del costo dei trasporti urbani ed extraurbani e quello del trasporto delle merci con inevitabile aumento dei prezzi dei viveri e di tutto. Essendo bloccate le strade e potendo contare su scorte adeguate di cibo, rimaniamo in attesa dell'evolversi della situazione.

In realtà vi scrivevo per un altro motivo. Ho appena finito di leggere il libro di Raoul Pupo "Trieste '45" [Raoul Pupo apre anche il convegno "Fare Memoria", n.d.r.], che oltre a trovare molto ben scritto ed avermi aiutato a chiarire alcuni passaggi storici che mi erano incomprensibili, mi ha dato la sorpresa che tra le fonti citate nel quinto capitolo c'è anche il nostro "Donne e frontiera"!!!!!! Che bello, che soddisfazione.

Spero che anche per voi sia una lieta notizia. Vi saluto con rinnovato affetto.

Gianluca "

Translate »