Alle zappe! Parte il corso biointensivo
 
Martedì 16 giugno è arrivato il tanto atteso Juan Manuel Martinez Valdez, l'esperto messicano dell'orto biointensivo. Ha già cominciato a conoscere il territorio accompagnato dalle nostre volontarie Paola, Chiara e Clelia. Mercoledì ha  fatto una presentazione pubblica del metodo a cui hanno partecipato persone molto interessate e coinvolte.
Per l'iscrizione al corso c'è una notivà: il 2x1. L'iscrizione al corso ha un costo di 150 euro, per le tre giornate, ma portando anche una sconda persona la quota si dimezza e riusciamo a far partecipare più gente!
Ecco un breve ripasso per gli interessati: dal 19 al 21 giugno si terrà il primo corso di agricoltura biointensiva del Friuli Venezia Giulia realizzato presso l'Agriturismo Milič  a Sagrado di Sgonico (TS). L’orto biontensivo è un sistema di produzione basato sulle risorse locali, senza l'impiego di macchinari, fertilizzanti o insetticidi di sintesi. Usa tecnologie semplici ma efficaci e ottiene rendimenti del 100% maggiori anche in caso di condizioni avverse del suolo e molto altro... ISCRIVITI AL CORSO!

Nel contesto della Settimana Internazionale del Bambino Africano, dal 16 al 26 giugno è allestita a Trieste la mostra fotografica sull’ infanzia nel mondo a cura di Unicef, ACCRI e Donne Africa onlus, presso gli spazi espositivi della Biblioteca Livio Paladin del Consiglio regionale. La Biblioteca è aperta al pubblico da lunedì a giovedì, dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle 16.30 e al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30. Ingresso: via Giustiniano.
L'ACCRI ha contribuito alla mostra con alcune fotografie di bambini del Kenya e del Ciad, realizzate dai nostri volontari.

Karibu Alessandra!

Dalle prime impressioni di Alessandra.
"La primissima accoglienza l'ho ricevuta da Sara e Matteo, i due volontari ACCRI che pazientemente mi hanno aspettata all’aeroporto di Nairobi. Una gran gioia finalmente incontrarsi ed una grande emozione perché, vedendoli finalmente in carne ed ossa, ho realizzato che il mio servizio era effettivamente iniziato. Non credo che Sara e Matteo abbiano bisogno delle mie considerazioni per essere riconosciuti nelle loro capacità (professionali e personali), ma ci tengo a scrivere, come ho già detto loro, che sono rimasta davvero colpita (leggi tutto)

Nell'ambito del Trentino Book Festival, le referente della sede di Trento dell'ACCRI Maddalena Zorzi è stata intervistata sulla mostra sui diritti dei bambini "Io, io, io... e gli altri?".
In che cosa consiste la mostra?
La Mostra itinerante "Io, io, io ... e gli altri?. Diritti e doveri dei bambini" nasce nel 2011 a partire da un'idea di Nicoletta Costa, la creatrice del personaggio di Giulio Coniglio, tanto amato dai più piccoli.  Si avvale dell'apporto di 20 autori di rilievo, dieci illustratori e dieci scrittori che, lavorando a coppie, hanno rappresentato ciascuno dei 10 diritti infantili prescelti su due pannelli diversi ma appaiati, in un efficace binomio di messaggio verbale e messaggio figurato... (leggi tutto)

Dal 17 a 21 giugno a Trieste è iniziato l'Incontro Nazionale dell'Economia Solidale. Molti sono gli appuntamenti in programma che sabato e domenica si intersecano a Bioest, fiera dei prodotti naturali e delle associazioni ambientaliste, culturali e del volontariato. In questa stimolante cornice si terrà sabato 20 alle 17.30 la Tavola Rotonda Internazionale "Sconfinamenti, esperienze di economia solidale" alla quale parteciperà il nostro ospite messicano Juan Manuel Martinez Valdez (vedi programma)

Ritorna a grande richiesta "Un mondo di storie: il giro del globo in fiabe e racconti". Il calendario di fiabe, iniziato sabato 13 con una fiaba africana, prosegue ora con il consueto ritmo quindicinale, alternato tra la Biblioteca del Mondo dell'ACCRI e la bibliotca comunale "Quarantotti Gambini". Ci saranno inoltre due repliche mattutine pensate per i centri estivi.
Dove ci porterà quest'anno la fantasia? Il 7 luglio alle 17, presso la Biblioteca del Mondo, sarà la volta del Brasile! Poi andremo nelle Filippine, in Guatemala, a Cuba e chiuderemo con i consueti appuntamenti con la fiaba ebraica e dei popoli dell'Unione Europea (leggi tutto)

Non ci saremo mica dimenticati di seguire il blog di Alice e Andrea e le loro peripezie a San Isidro?
Ecco il loro quinto post  (che include un moto-video) mentre è già stato pubblicato anche il sesto...

#05 _ Il soffione – giornata tipo di una volontaria comune
Uno spaccato della vita che si conduce nella valle del fiume San Isidro ho pensato che potrebbe essere utile per inquadrare lo sfondo delle mie avventure e peripezie. Prima di raccontarvi come vivono i compesinos, ho voluto però partire dalla mia giornata tipo, ben diversa dalla mia e, immagino anche dalla vostra, giornata tipo italiana.
Come le giornate dell’italiano medio, anche le mie iniziano con la preparazione del caffè con la vecchia moca che è arrivata fino in Bolivia per evitarci il dramma del caffè solubile. Al contrario dell’italiano medio, invece, non usiamo l’acqua del rubinetto, che è quella del fiume, per fare il caffè e il tè, ma l’acqua... (leggi tutto)

L’Europa nasce o muore nel Mediterraneo

Pace, sicurezza, benessere sociale ed economico si raggiungono solamente se si rispettano l’universalità dei diritti umani di ogni donna e di ogni uomo.

La regione del Mediterraneo è una polveriera ed il mare è oramai un cimitero a cielo aperto. Dall’inizio del 2015 nel mediterraneo sono morte più di1700 persone. L'Europa, per storia, per cultura, per geografia, per il commercio, è parte integrante di questa regione ma sembra averne perso memoria.

Il dramma di profughi e migranti, il loro abbandono in mano alle organizzazioni criminali, il dibattito su come, dove e chi colpire per impedire l’arrivo di uomini e donne che cercano rifugio o una vita dignitosa in Europa, non è altro che l'ultimo atto che testimonia l’assenza di visione politica da parte dei governi dell’UE.

Questa drammatica situazione ha responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi europei che non consentono nessuna via d'accesso sicura e legale nel territorio dell’UE e costruiscono di fatto quelle barriere che provocano migliaia di morti nel Mediterraneo, nel Sahara, nei paesi di transito, nella sacca senza uscita che si è creata in Libia. Scelte coscienti e volute che configurano un crimine contro l'umanità... (leggi tutto)


 

Leggi e scarica l'ultimo numero di ACCRInforma!
DONA ORA CON UN CLICK!
Share
Tweet
Forward
+1
Share
Se non visualizzi correttamente la newsletter clicca qui
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questa newsletter sono rilasciati sotto
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia
 Contatti: biblio@accri.it

cancellami da questa lista    aggiorna i tuoi dati personali