DONA ORA!

Arrivi e partenze

Ciao *|FNAME|*,
martedì scorso abbiamo festeggiato tutti insieme la partenza di Gianluca e della sua famiglia, per ricordare il suo importante lavoro in ACCRI e trasmettere loro la stima e l’affetto che speriamo li accompagnino durante questo nuovo viaggio.
Per qualcuno che parte, c’è qualcuno che arriva: Chiara Stella ha iniziato a luglio il suo Servizio Civile Solidale di 360 ore riservato ai giovani dai 16 ai 18 anni, ed entra a fare parte della nostra squadra di Trieste; Chiara ha già contribuito, con le sue foto e le sue parole, ad arricchire i nostri racconti. Emanuel, nuovo arrivato nella famiglia Peraz-Liani, fa il suo ingresso in società e riempie ogni spazio di sorrisi. C’è poi chi “raddoppia”: si rinnova l’impegno di Andrea e Alice in Bolivia e di Sara e Matteo in Kenya.

 

LASCIA O RADDOPPIA?

Mentre la maggior parte degli uffici sono deserti e molti concittadini si trovano in ferie, in ACCRI si pavimentano le strade dei progetti del futuro: 4 rinnovi di contratto per i volontari già presenti in Bolivia e Kenya e tre nuovi volontari completano la loro formazione in vista della partenza. Sara resterà altri 12 mesi a Iriamurai (Kenya) mentre per Matteo il rinnovo sarà di 4 mesi: potranno quindi continuare a lavorare sulle basi gettate in questi primi due anni. Alice e Andrea si trovano attualmente a Trieste, ma non appena Emanuel sarà pronto a salire su un aereo torneranno in Bolivia, dove svolgeranno ulteriori 12 mesi di servizio.
Gabriele, Ugo e Daniele sono tre nomi che sentiremo nominare spesso in futuro: hanno accettato la proposta di una partenza per un servizio di 24 mesi e in questi giorni inizia il loro percorso formativo.
 

BOLIVIA IN RADIO E...IN FOTO

Andrà in onda venerdì 5 agosto alle ore 14.50 sulle frequenze 91.5 della radio RAI Regionale l’intervista di Nives ad Andrea e, in collegamento telefonico, al fotografo Mirko Turatti, che all'inizio dell'anno si è recato in Bolivia per un servizio fotografico dedicato al progetto. Andrea ha spiegato il lavoro dei volontari con le istituzioni e le comunità locali e ha fornito alcuni dati sulla realizzazione concreta della rete per l'acqua potabile: mancano gli ultimi 3 km per portare a termine la rete (dei complessivi 67 km). Mirko ha spiegato invece cosa significa raccontare questo progetto attraverso le immagini e come è stato accolto dalla comunità...ma non sveliamo troppo. Buon ascolto!
 

CONTRO LA RATIFICA EPA

Una petizione europea che chiede di votare NO alla ratifica dell’accordo di partenariato economico (EPA) tra l’UE e l’Africa occidentale e mantenere la libertà di accesso dei prodotti dell’Africa occidentale nel mercato europeo, senza reciprocità. Il Parlamento Europeo dovrebbe votare la ratifica dell’EPA nel settembre 2016, al fine di promuovere lo sviluppo economico dell’Africa Occidentale e ridurne la povertà. Tuttavia le misure commerciali previste nell’accordo condurrebbero soltanto ad un progressivo impoverimento della regione del continente africano. Ad oggi l’Africa occidentale può esportare liberamente i propri prodotti – senza il pagamento dei dazi doganali – verso il mercato europeo, mentre gli Stati dell’Africa occidentale mantengono la possibilità di tassare le importazioni dall’Europa. La reciprocità richiesta, non potendo sussistere tra due attori con capacità economiche così differenti, porterebbe un grave scompenso economico per la regione africana ed il proprio sviluppo. Al seguente  link è possibile firmare la petizione.
 

INFORMATICA AD IRIAMURAI: CONCLUSO ICARE 5

Si è concluso a marzo il 5° corso di computer I CARE. Al termine della didattica, curata dai volontari dell’ACCRI, una lezione è stata dedicata all'esame finale del corso ed un'altra all'evaluation (autovalutazione su quanto fatto) e alle proposte per il futuro. Ad aprile si è poi tenuta la cerimonia di chiusura del corso nella quale sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli studenti. Sono intervenuti, come ospiti, rappresentanti della Parrocchia di Iriamurai e dell'I CARE Supporting Committee (comitato di supporto al corso composto da 5 rappresentanti della comunità) che hanno sottolineato l’importanza dell’informatica nella crescita personale e della comunità. Numerosi inoltre i familiari degli studenti che hanno assistito all’evento. [leggi tutto]

CHE NE E' DI TUO FRATELLO

Nell’attenzione continua dell’ACCRI e della FOCSIV al tema dell'accoglienza, dell’integrazione e del diritto alla mobilità dei migranti, è stata avviata una collaborazione con il MASCI per sostenere la raccolta firme della petizione “Che ne è di tuo fratello”. Si tratta di una petizione che chiede ai parlamentari italiani ed europei di fare più pressione sui propri governi per porre fine alla strage nel Mar Mediterraneo con una serie di iniziative essenziali come i corridoi umanitari e una politica estera più forte per contribuire a porre fine ai conflitti e all’insicurezza umana (vedete l’appello). Non possiamo stare fermi di fronte a quel che accade tutti i giorni nel canale di Sicilia, collaborare a questa petizione è una delle tante azioni che possiamo fare.

CHIARA RACCONTA LA FIABA CURDA

Mentre ci prepariamo al prossimo appuntamento con la fiaba dalla Romania, che si terrà martedì 26 Luglio alle 17.00 presso la Biblioteca Quarantotti Gambini, due notizie in una: condividiamo un resoconto della fiaba dal Kurdistan iracheno attraverso le parole di Chiara Stella, che ha saputo descrivere quel pomeriggio con parole suggestive: Il 12 luglio nella sede dell'ACCRI a Trieste si è tenuto un incontro al quale chiunque avrebbe potuto partecipare, bastava avere dai 4 ai 99 anni. Il nostro ospite era Kamal, un uomo curdo che ha narrato nella propria lingua delle tipiche storie del suo Paese. Ovviamente i partecipanti non avrebbero capito una parola se non ci fossero state delle traduttrici (le volontarie di Nati per Leggere, ndr) che con entusiasmo ed allegria sono riuscite a far partecipare bimbi e adulti coinvolgendoli nel racconto [leggi tutto].

Share
Tweet
Forward
+1
Share
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questa newsletter sono rilasciati sotto
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia