Il dramma della nostra ricchezza

Ciao *|FNAME|*,
ritorniamo su un tema a noi molto caro, quello che il fotografo Stefano Stranges e anche una voce sopita in fondo a tutti i nostri cuori chiama the victims of our wealth: le vittime della nostra abbondanza. L'estrazione del coltan, il minerale che compone tutti i nostri smartphone, sappiamo ormai essere oggetto di una lunga catena commerciale che implica pesanti conseguenze sui diritti umani e ambientali. "Visitando la regione del Nord Kivu, in particolare il territorio del Masisi, dove sono concentrate molte delle miniere di Coltan del paese, ho affrontato le principali problematiche della popolazione dei villaggi circostanti. Questo territorio è a prima vista una landa paradisiaca, dai verdi prati ricchi di pascoli e di terreni acquistati per lo più dai ricchi politici e imprenditori del Paese. Al suo interno però il paesaggio è interrotto da migliaia di tende di plastica bianche dei campi profughi affollati di famiglie che scappano dai vicini villaggi in un contesto caratterizzato dalla presenza di gruppi ribelli mossi dalla sete di potere. La mancanza sostanziale di alternative per sopravvivere e lo scarsissimo livello di scolarizzazione costringe la popolazione di tutto il territorio ad essere schiavi all’interno delle loro terre e a lavorare come minatori, con dei livelli di sicurezza pari a zero. I villaggi a ridosso delle miniere, come ad esempio Rubaya, sono abitati da centinaia di famiglie spezzate, dove una vedova o una madre spesso non può nemmeno piangere il corpo del proprio caro, sepolto e abbandonato dentro le voragini della montagna." [leggi tutto]

CONFERENZA STAMPA

Un gruppo di associazioni accogliendo l’opportunità offerta da un bando del Centro Servizi per il Volontariato, ha predisposto il progetto “Volontariato, investimento condiviso” allo scopo di rendere protagonisti i giovani in attività di volontariato. Trattasi di un progetto di cittadinanza attiva per gli studenti delle scuole superiori della provincia di Trieste. L’iniziativa sarà presentata nella conferenza stampa indetta per il 9 febbraio alle ore 11, nella sede del C.S.V. in via Besenghi 16 - II piano. [leggi tutto]


LE VITTIME DELLA NOSTRA RICCHEZZA

L'Associazione Grande Quercia in collaborazione con il Comune di Rovereto ospiterà la Mostra fotografica Le vittime della nostra ricchezza di Stefano Stranges presso l'Urban Center di Rovereto (Trento) dal 10 febbraio al 25 febbraio 2017. Siamo lieti di promuovere l'incontro con l'Autore e John Mpaliza che si terrà mercoledì 22 febbraio alle ore 17. La mostra documenta l'estrazione del coltan nelle miniere del Nord Kivu nella Repubblica Democratica del Congo. [leggi tutto]

DAGLI AMICI: ECUADOR!

Gianluca da Cuenca: Da queste parti le cose procedono per il meglio. L'inserimento dei figli e l'avvio della nostra esperienza lavorativa stanno facendo progressi importanti. Siamo ora in un periodo particolare per l'Ecuador, infatti è appena iniziata la campagna elettorale che chiude dieci anni di governo del presidente Rafael Correa. Una competizione non scontata che vede da una parte Lenin Moreno, già vicepresidente di Correa durante il suo primo mandato, e dall'altra uno stuolo di oppositori. [leggi tutto]


DAI PROGETTI: KENYA!
 
Sara da Iriamurai: Ripensando alla genesi del progetto e alle diverse difficoltà affrontate, non ci sembra ancora vero che siano state installate ad oggi più di 75 cisterne d'acqua. Il progetto è nato da considerazioni fatte tra alcuni gruppi della comunità i quali identificavano l'acqua come un loro bisogno, la scarsità di risorse idriche come il problema da affrontare e l'acquisto di cisterne per la raccolta dell'acqua piovana come la soluzione da adottare. Può sembrare un ragionamento semplice, ma in realtà è stato il frutto di un percorso che i gruppi hanno fatto nell’arco di circa un anno. [leggi tutto]

           MIGRAZIONI AMBIENTALI

Sabato 28 gennaio, presso l’Università di Trieste, si è svolta la giornata conclusiva del corso “Semi di giustizia”, incentrato sui temi delle migrazioni ambientali, del riscaldamento globale e della cittadinanza attiva. I lavori della giornata sono sono stati avviati con il tema del cambiamento climatico e degli scenari che si prospettano per il nostro futuro per concludersi nel pomeriggio con i gruppi di lavoro.[leggi tutto]

Share
Tweet
Forward
+1
Share
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questa newsletter sono rilasciati sotto
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia