L'acqua che non c'è


Ciao *|FNAME|*,

Una situazione di siccità endemica sta colpendo l'area orientale dell'Africa. L'assenza di acqua annienta i raccolti, fa morire di stenti il bestiame, mette in serio pericolo le fasce più vulnerabili della popolazione: bambini e anziani. Forse in questi giorni anche in Italia stiamo vivendo una situazione di siccità che può condizionare le nostre vite, mentre intere popolazioni lo vivono continuamente. 
"A livello globale, questa crisi ha ricevuto poca attenzione. Le richieste di aiuto sono sottofinanziate: l'Onu ha ricevuto solo il 37 per cento dei fondi necessari per rispondere alla crisi in Somalia. Il mondo e' distratto dalle azioni di una manciata di potenti politici, mentre in Africa orientale milioni soffrono in silenzio", ha denunciato il vescovo di Cloyne e presidente di Trócaire, mons. William Crean. [leggi tutto]


UN MONDO DI STORIE

Martedì 1 agosto alle ore 17, quarto appuntamento del calendario 2017 con Un mondo di storie presso la Biblioteca del Mondo dell'ACCRI, iniziativa rivolta ai "bambini" da 4 a 99 anni. Questa tappa dell'ideale giro del mondo sulle ali della fantasia sarà l'Afghanistan. Una variazione sul calendario che prevedeva la lettura di una fiaba dal Pakistan. [leggi tutto]

VISITA AL PROGETTO NUEVA VIDA IN ECUADOR

Una delegazione formata dai nostri volontari Stefano Filippin e Laura Ursella è giunta il 19 luglio al Centro Nueva Vida di Guayaquil, Parrocchia El Buen Pastor. La visita al progetto di formazione professionale per le ragazze madri finalizzato alla prevenzione della maternità precoce, prevede la condivisione delle attività progettuali, la programmazione per il terzo anno e la valutazione di sostenibilità futura con la Diocesi. Diversi gli incontri previsti tra cui appuntamenti con il Vescovo, con i coordinatori delle équipe, con i beneficiari, con il nuovo Parroco e con il Consiglio Pastorale. [leggi tutto]

CAMMINI DI LEUCA

L’evento internazionale "#cartadileuca.1 – Mediterraneo, un porto di fraternità”, giunto quest’anno alla sua seconda edizione, è promosso dalla Fondazione di Partecipazione “Parco culturale ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, espressione della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca. FOCSIV è partner dell’iniziativa, insieme alla Regione Puglia, Fondazione Migrantes, Comunità di Sant’Egidio, Banca Etica ed altre istituzioni nazionali e territoriali. L’obiettivo è quello di far incontrare giovani provenienti dalle due sponde del Mediterraneo in un luogo simbolico, crocevia tra Oriente e Occidente, per stimolare una cultura del dialogo, della pace e della cooperazione tra i popoli. [leggi tutto]


SERVIZIO CIVILE SOLIDALE: VIA!

Oggi, presso la sede di Trieste, hanno preso servizio Anjelica e Silvia: le due giovani volontarie presteranno un anno di Servizio Civile Solidale nella nostra Associazione... Benvenute a bordo! Il Servizio Civile Solidale è un’esperienza umana di solidarietà e di servizio alla comunità, secondo i principi contenuti nella Costituzione Italiana. Durante i dodici mesi di SCS il volontario ha la possibilità di imparare e di misurare le proprie capacità di realizzare qualcosa di utile per sé e per gli altri.


LA SPERANZA EUROPEA

Vogliamo un’Unione europea più giusta, più solidale, più democratica, più responsabile, più unita. Insomma, vogliamo più Europa: è l’appello di fondo che accompagna “Our EurHope – Insieme per ridare speranza e futuro al progetto europeo”, il Manifesto per l’Europa presentato quale impegno condiviso dai partecipanti alla Summer School Acting EurHope organizzata dall’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo” dell’Azione cattolica italiana in collaborazione con Caritas, Focsiv e Missio. [leggi tutto]

CONCORD EUROPE

FOCSIV è membro di CONCORD Europe (confederazione di 2600 Ong di 28 Paesi europei) e sostiene il comunicato che chiede all’UE di non distogliere la sua attenzione dalla mancanza di solidarietà tra i Paesi membri, puntandola invece sulle ONG. Non sono certo le ONG a minacciare l’Unione europea e nemmeno i migranti sono gli invasori dell’Europa. Preoccupa invece la mancanza di condivisione del valore umanitario europeo e di solidarietà verso i migranti e tra i Paesi membri. [leggi tutto]

Share
Tweet
Forward
+1
Share
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questa newsletter sono rilasciati sotto
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia