Generiamo una Nuova Italia

Posted by Gestore Sito accri biblio, With 0 Comments, Category: Senza categoria,

 

GENERIAMO UNA NUOVA ITALIA: i giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati è un progetto realizzato da FOCSIV che coinvolge 18 Regioni, 34 Province e 18 partner, promosso a Trento e Trieste dall'ACCRI e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con l’obiettivo di promuovere una società aperta, giusta, inclusiva e pacifica attraverso una migliore accoglienza e integrazione dei migranti e in particolare delle seconde generazioni.

Cosa propone l'ACCRI?

Un Corso di aggiornamento per insegnanti ed educatori,  che si pone l’obiettivo di offrire/elaborare strumenti necessari per affrontare, in chiave educativa, i temi globali dell’accoglienza, integrazione, dialogo interculturale e solidarietà internazionale.

Dopo aver analizzato, con l’aiuto di esperti nel settore, il fenomeno migratorio dal punto di vista sociologico e dialogico, si farà un affondo educativo e pedagogico. Saranno approfonditi elementi di educazione alla cittadinanza globale, antropologia dialogica e teleologia pedagogica, attraverso anche i pensieri di diversi autori (Freire, Don Milani, Bauman, Buber…). Dalle strategie di pensiero si passerà poi alla didattica attiva, attraverso la sperimentazione con i ragazzi di alcuni esercizi proposti dal docente o dall’educatore. In tale percorso formativo si intende operare nell’ottica di valorizzazione della figura dell’insegnante/educatore quale strumento e testimone autorevole di una cultura di accoglienza.

Si propone poi la socializzazione di giovani italiani e migranti in contesti informali quali laboratori creativi di canti, balli, cucina, sport, ai quali gli studenti saranno invitati a partecipare in alternanza scuola-lavoro sotto la supervisione e il coordinamento dell’ACCRI.

Programma del corso a Trento

Programma del corso a Trieste

Per aderire sarà sufficiente compilare il modulo di adesione on-line.

 

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO

GENERIAMO UNA NUOVA ITALIA:
i giovani impegnati per una piena accoglienza ed integrazione degli immigrati 

FINANZIAMENTO DI INIZIATIVE E PROGETTI DI RILEVANZA NAZIONALE AI SENSI DELL’ARTICOLO 72
DEL DECRETO LEGISLATIVO 3 LUGLIO 2017, N. 117 - AVVISO N. 1/2017

Durata: 18 mesi

Obiettivo generale: Promuovere società giuste, pacifiche ed inclusive

Obiettivi specifici:

  • Accrescere le competenze sociali delle seconde generazioni e dei giovani italiani per facilitare la relazione con la società, il mondo della scuola e del lavoro e le istituzioni locali, al fine di contrastare fenomeni di fragilità, marginalità, esclusione sociale, intolleranza e discriminazione, sostenendo la loro stabile e duratura integrazione nella società, e favorire una corretta conoscenza e narrativa positiva dei temi legati alle migrazioni.
  • Sviluppare e rafforzare le reti associative del Terzo settore e le reti associative di immigrati attraverso le relazioni con altri enti territoriali, istituzionali e non, che operano sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione, del volontariato e della solidarietà internazionale. 

 

Aree prioritarie di intervento:

  • Contrasto a condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di - marginalità e di esclusione sociale, con particolare riferimento alle persone senza dimora, a quelle in condizioni di povertà assoluta o relativa e ai migranti
  • Sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole
  • Sviluppo delle reti associative del Terzo settore e rafforzamento della loro capacity building, funzionale all’implementazione dell’offerta di servizi di supporto agli enti del Terzo settore

 

Ambito territoriale del progetto FRIULI VENEZIA GIULIA (TRIESTE); TRENTINO (PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - Trento); PIEMONTE (TORINO - Torino, Moncalieri, Grugliasco; CUNEO - Cuneo, Bra); LOMBARDIA (MILANO); LIGURIA (GENOVA); EMILIA ROMAGNA (BOLOGNA; FERRARA; PARMA) VENETO (PADOVA); TOSCANA (PISA- Pisa, Pontedera, Cascina, San Miniato; FIRENZE- Fucecchio, Castel Fiorentino, Empoli, Borgo San Lorenzo; LIVORNO - Livorno, Rosignano Marittimo); MARCHE (ANCONA- Chiaravalle, Senigallia; MACERATA; FERMO- Fermo, Porto S. Giorgio, Porto S. Elpidio; ASCOLI PICENO- S. Benedetto Del Tronto; PESARO - Fano); UMBRIA (PERUGIA – Perugia, Assisi, Città di Castello, Foligno); LAZIO (ROMA); ABRUZZO (CHIETI; AQUILA - Avezzano); MOLISE (CAMPOBASSO - Campobasso, Ururi); CAMPANIA (AVELLINO - Solofra; NAPOLI- Castellamare di Stabia, Gragnano, Torre Annunziata); PUGLIA (B.A.T- Barletta, Margherita di Savoia; FOGGIA-Foggia, Lucera, S. Severo, Cerignola, Manfredonia); CALABRIA (COSENZA; REGGIO CALABRIA); SICILIA (SIRACUSA; RAGUSA; MESSINA; CATANIA - Catania, S. Michele di Ganzaria); SARDEGNA (SUD SARDEGNA- Villlacidro, Guspini, San Gavino Monreale)

 

Risultati attesi:

  • 180 scuole secondarie di secondo grado inseriscono nei piani formativi lo svolgimento di Unità di Apprendimento (UdA) sulle tematiche relative all’accoglienza, integrazione e solidarietà internazionale, sperimentano laboratori creativi ed artistici e progetti di alternanza scuola lavoro;
  • Dati relativi allo stato e alla qualità dell’associazionismo italiano e dell’associazionismo di migranti, ai servizi offerti e alle buone pratiche di accoglienza e inclusione, sono condivisi e diffusi attraverso una banca dati e un Codice etico e pratico per l’accoglienza e l’integrazione e la capacity building delle associazioni e delle reti è rafforzata in termini di servizi offerti, qualità degli interventi e capacità di dialogo multistakeholder;
  • E’ rafforzato il confronto e il dialogo per una strategia nazionale multistakeholder sull’accoglienza e l’integrazione condivisa da cittadini, attori del Terzo Settore, associazioni di migranti, Enti locali, mondo della scuola e Istituzioni Nazionali ed europee.

 

Destinatari degli interventi:

  • 180 Scuole secondarie di secondo grado (10 scuole in media a Regione)
  • 360 Docenti di varie discipline scolastiche delle Scuole secondarie di secondo grado (fascia anagrafica 30-60 anni), 2 docenti per ciascuna scuola

 

Attività a Trento:

Data Attività Formatore
I° modulo giovedì 8/11/2018 dalle 16.00 alle 19.00 Analisi del fenomeno migratorio in Trentino e in Italia

Quale il ruolo della cooperazione internazionale e delle ONG nell’immigrazione?

Dott. Crocco Raffaele

Atlante delle guerre e dei conflitti

Dott. Stocchiero Andrea

FOCSIV – Responsabile attività di policy ed advocancy

(da confermare)

II° modulo giovedì 15/11/2018 dalle 16.00 alle 19.00 Fondamenti di Educazione alla cittadinanza globale ECG (analisi documenti internazionali) ed antropologia del dialogo

Proposte di esercizi da sperimentare

Dott. Milan Giuseppe

Professore ordinario di Pedagogia Interculturale e Sociale dell’Università di Padova

Novembre/dicembre Sperimentazione proposte esercizi In autonomia in aula o con il

gruppo giovani

III° modulo giovedì 6/12/2018 dalle 16.00 alle 19.00

Data da confermare

Feedback, riproposte esperienziali e criticità strategie Dott. Milan Giuseppe

 

Attività a Trieste:

  1. Formazione per docenti della scuola secondaria “Il fenomeno migratorio: conoscere per integrare. Quali opportunità per Trieste?” (Novembre-Dicembre 2018)
  • Prima parte (7 ore) Formazione sui contenuti. Conoscere le variabili del fenomeno migratorio

Si inquadra il fenomeno migratorio a livello geopolitico, nazionale e locale, fornendo non solo dati ma variabili, chiavi di lettura, esperienze concrete territoriali e casi/esempi/situazioni per comprendere a pieno le cause e le conseguenze. In occasione del primo incontro verrà distribuito ai docenti un dossier contenente il maggior numero di dati e informazioni verificate sul tema, nonché un archivio di Unità Didattiche e strumenti/attività già sperimentate nelle classi dalle associazioni per sensibilizzare e formare sul tema (sia cartacee che su piattaforma web).

  • Seconda parte (15 ore) Formazione per formatori: dalla formazione alla didattica. Come tradurre in esperienze/azioni didattiche le informazioni trasmesse nella prima parte

Obiettivo di questa parte di formazione è dare a ogni docente la possibilità di “cucirsi addosso” i contenuti appresi nella prima parte, tarandoli sul proprio contesto classe, attraverso un lavoro di co-progettazione di strumenti didattici dedicati, con la supervisione e l’affiancamento dei facilitatori/formatori. In questa fase gli operatori delle associazioni partner (ACCRI, Il FVG in rete contro la tratta, Casa Internazionale delle Donne, Caritas, ICS, Fondazione Luchetta e altri che stiamo coinvolgendo) saranno a disposizione dei docenti e dei formatori per simulazioni di attività didattiche e approfondimenti.

  • Terza parte (3 ore) dedicata alla condivisione dei risultati/problematiche emerse dopo la sperimentazione degli strumenti didattici in classe.

 

  1. Dicembre-Febbraio 2019: Sperimentazione degli strumenti didattici nelle classi (Dicembre 2018-Febbraio 2019)

 

  1. Laboratori creativi (febbraio-maggio 2019): si propone agli studenti di partecipare (in alternanza scuola-lavoro) ad alcune attività leggere e ricreative insieme ai migranti, alle diaspore e agli utenti delle strutture di accoglienza. Le attività vengono co-progettate con le associazioni del territorio e seguiranno questi temi: MANI ABILI, CANTI E BALLI, CUCINA, TORNEO CALCETTO, TEATRO SOCIALE, WORKSHOP DI FOTOGRAFIA

 

  1. Gli output dei laboratori verranno raccolti (video, foto, performance) e condivisi in un evento pubblico finale (giugno 2019)

 

Si segnala che le ore di formazione per docenti saranno caricate sulla piattaforma Sofia e verrà rilasciato un attestato di frequenza. Le ore svolte dagli studenti all’interno delle attività potranno essere parte di convenzioni alternanza scuola-lavoro. Nel caso di Istituti non interessati all’alternanza scuola-lavoro, possono partecipare solo alle fasi 1 e 2 del progetto. All’Istituto si chiede di partecipare al progetto con almeno 2 docenti i quali sperimenteranno gli strumenti didattici in almeno 4 classi (in totale). Il progetto è a costo zero per ogni Istituto.

Translate »