Riparte il progetto in Bolivia

Riparte il progetto in Bolivia

RIPARTE IL PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DELLA RETE IDRICA PER L’ACQUA POTABILE A SAN ISIDRO IN BOLIVIA

Il Tavolo tecnico e sociale, che gestisce il progetto, lo scorso 21 aprile si è riunito in videoconferenza.
Il Tavolo è il “luogo” dove i diversi partner, impegnati nel progetto, condividono l’aggiornamento delle attività e prendono le decisioni comuni sulle azioni da intraprendere.
Partecipano al Tavolo: rappresentanti della Gobernación Departamental (l’equivalente della Regione) di Santa Cruz, del Comune di Comarapa, della Cooperativa per i servizi pubblici San Isidro, Pulquina ltda, delle comunità rurali, quando possibile, e dell’Accri.
Da quando il Covid è arrivato in Bolivia la scorsa primavera, la pandemia ha bloccato le attività del progetto. Durante le restrizioni dei primi mesi, gli spostamenti erano vietati e l’impresa aggiudicataria dei lavori di costruzione dell’ultima parte della rete idrica era impossibilitata a raggiungere la zona dei lavori. In seguito, il finanziamento pubblico per il progetto è stato stornato e destinato ai costi per far fronte alla pandemia, che ha colpito anche alcune persone impegnate nella realizzazione del progetto.
Durante la riunione del 21 aprile, l’ing. Salazar della Gobernaciòn, che ha presieduto il Tavolo, ha ripercorso le vicende del progetto dall’estate 2019 ad oggi. Ha comunicato che nell’ottobre scorso è stato rescisso il contratto con l’impresa che si era aggiudicata i lavori (a causa della mancanza di fondi). Ha riferito che la Gobernaciòn Departamental di Santa Cruz ha previsto uno stanziamento per il progetto per l’anno 2021, ma la cifra è nettamente inferiore rispetto a quella messo a bando nel 2019. La Gobernaciòn dovrà indire perciò una nuova gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori.
Nello scorso mese di marzo ci sono state in Bolivia le elezioni amministrative: si prevede che le nuove autorità, comunali e regionali, assumeranno ufficialmente i loro incarichi nei primi giorni di maggio. Attualmente, dal 15 aprile al 13 maggio, è in corso la “pausa amministrativa”, durante la quale non ci possono essere contrattazioni e tutto è paralizzato. Per il nuovo appalto si dovranno aggiornare i costi del preventivo, verrà quindi presentata tutta la documentazione per la gara che rimarrà pubblicata per 3 settimane. L’ing. Salazar prevede che ad agosto potrà esserci l’aggiudicazione dei lavori alla nuova impresa. Parallelamente ci sarà la contrattazione per il supervisore dei lavori incaricato dalla Gobernaciòn.
La prossima riunione del Tavolo è fissata nella seconda quindicina di maggio per avere la presenza dei nuovi amministratori comunali e del nuovo segretario del Dipartimento dello Sviluppo Ambientale della Gobernaciòn.
La recente riunione del Tavolo tecnico e sociale è stata quindi un segnale importante di ripartenza del progetto, seppur con i tempi lunghi che la burocrazia comporta.

Fai click sulla foto per guardare il documentario sul servizio di volontariato in Bolivia 👇

Puoi contribuire alla realizzazione dei progetti con una donazione!

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *