UN COMMOVENTE ULTIMO SALUTO

UN COMMOVENTE ULTIMO SALUTO

Il 13 maggio sarà una data che rimarrà impressa nella mente degli abitanti di Iriamurai e Mutuobare, perché proprio in quel giorno è arrivata la triste notizia della morte di don Piero Primieri, parroco per oltre 30 anni nella parrocchia di Iriamurai, che allora includeva anche Mutuobare.

49 anni in Kenya

Don Piero ha vissuto 49 anni in Kenya e nel 2019 è rientrato in Italia. Questa permanenza così lunga di father Peter (così chiamato dalla comunità kenyana, che a volte, in segno di rispetto, lo soprannominava Mzee, “vecchio”) ha fatto sì che si creasse un legame fortissimo con la popolazione della zona, soprattutto per l’impegno, la cura e la dedizione nel sostenere la comunità. A lui si devono scuole, chiese, dispensari, infrastrutture idriche, e molto altro. E queste cose la gente di Iriamurai non le ha dimenticate. Noi volontari, che siamo qui da oltre 6 mesi, abbiamo sentito spessissimo parlare di father Peter, della stima che le persone avevano nei suoi confronti, ma con la notizia della sua morte tutte queste belle parole si sono tramutate in fatti.

In memoria dello Mzee

La comunità, guidata dal nuovo parroco father Jeremiah, ha iniziato subito una serie di Adorazioni pomeridiane per pregare per l’anima di don Piero, culminate poi con una splendida celebrazione della Messa domenica 22 maggio, presieduta dal vescovo di Embu, Paul Kariuki. La chiesa di Iriamurai (che piccola non è) era gremita di persone, tanto che per alcune di esse non c’è stato modo di entrare. La celebrazione è stata tutta improntata sulla memoria dello Mzee, tanto che all’esterno della chiesa è stato messo un tavolino con una sua foto e un raccoglitore per le dediche. Alla fine della messa è stato lasciato lo spazio ai discorsi di saluto di alcuni dei preti più vicini a father Peter. Ma è stato l’atto finale quello più profondo ed emotivo: le studentesse della scuola secondaria della parrocchia, in fila davanti all’altare, hanno iniziato a cantare una canzone composta appositamente in sua memoria. È stato un momento davvero toccante, che ci ha fatto capire quanto don Piero sia entrato fortemente in contatto con la comunità di qua, quanto egli stesso fosse ormai parte di essa. Il video è visibile sul canale youtube dell’ACCRI.

Quello di father Peter non è un addio, ma un arrivederci, e tutti qui avranno come ricordo dello Mzee un bel volto sorridente con gli occhietti semichiusi.

Puoi contribuire alla realizzazione dei progetti con una donazione e con i REGALI SOLIDALI!

Vai alla pagina del progetto in Kenya.

Please follow and like us:
Follow by Email
Facebook
Youtube
Instagram
LinkedIn
Share

One Response

  1. Dario ha detto:

    Molto bello, ci fa capire quanto ha fatto don Piero. Che era una persona semplice, che con le sue parole, il suo sorriso entrava nel tuo cuore. Dovremmo far girare di più questo pezzo, magari riportarlo in Accrinforma, ideare una iniziativa che lo ricordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.