Kenya. Gli alloggi per studenti nelle grandi città

Kenya. Gli alloggi per studenti nelle grandi città

Nei nostri articoli precedenti abbiamo spesso parlato di giovani, protagonisti indiscussi delle attività promosse in collaborazione con l’ACCRI nelle parrocchie di Iriamurai e Mutuobare. Con la fine del periodo delle vacanze pasquali, molti sono rientrati nelle città in cui studiano che spesso (soprattutto per chi frequenta l’Università) sono lontane da casa: Nairobi, Nyeri, Mombasa, Nakuru, le zone più gettonate.
Questo articolo del Nation analizza una problematica riguardante l’aumento esponenziale delle iscrizioni all’Università negli ultimi anni (si è passati dai 27.000 iscritti del 1989 ai 560.000 del 2016!), aumento che però non è andato di pari passo con politiche abitative adeguate agli studenti. Sono disponibili circa 40.000 posti letto in alloggi per studenti nei campus a fronte di una popolazione studentesca in continua crescita.

Con il 75% della popolazione del Kenya di età inferiore ai 35 anni, e considerando l’aumento della migrazione dei giovani verso le aree urbane, si crea un cocktail di bisogni acuti, ai quali è necessario dare la priorità quando si affrontano questioni di importanza nazionale come l’alloggio, che deve essere progettato e costruito appositamente per soddisfare le esigenze dello studente moderno.

Il notevole stress già posto sugli alloggi nei campus, ha portato gli studenti a ricorrere a soluzioni alternative, quali il sovraffollamento (pericoloso) degli alloggi, il subaffitto illegale o l’avventurarsi nei quartieri vicini per trovare alloggi che risultano di prezzo significativamente superiore alle loro capacità. Coloro che non possono permettersi tali alloggi privati ​​sono costretti a vivere in abitazioni fatiscenti che non solo influenzano direttamente la loro capacità di apprendimento, ma hanno anche un impatto sulla loro sicurezza e benessere generale, vanificando così il percorso universitario intrapreso.

La sostenibilità sociale, economica e ambientale svolge un ruolo chiave nel garantire comunità fiorenti. Affrontare le carenze abitative e dei servizi ad esse complementari, in modo da dare una risposta salubre, sicura e conveniente, è la base per creare un’economia prospera a vantaggio di tutti e soprattutto per gli studenti di oggi che potranno diventare i leader di domani.

Leggi l’articolo del Nation

Puoi contribuire alla realizzazione dei progetti con una donazione!

Vai alla pagina del progetto in Kenya.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *