Agricoltura intelligente

Agricoltura intelligente

Lo scorso 18 agosto il nostro team in Kenya ha visitato uno dei gruppi PIC (Project Implementation Committee), John 3:16, di cui spesso vi abbiamo parlato nella condivisione delle nostre esperienze in terra africana.

In agosto il gruppo aveva richiesto al team un supporto, cioè un training sulla costruzione di un multistorey garden, una sorta di orto “multi piano”. Gli orti multi piano rispecchiano un metodo innovativo di coltivare le verdure risparmiando spazio, ma, soprattutto, acqua. In sostanza si tratta di un grande sacco pieno di terra e di concime, attraversato da un cilindro riempito di sassi che permettono all’acqua versata dall’alto di raggiungere tutti i semi, disposti liberamente lungo i bordi del sacco.

Ad agosto tutto il gruppo, sotto la guida di Esphon, un tecnico del team, si era riunito per poter costruire insieme il primo sacco che poi è stato replicato da ogni membro presso la propria abitazione coltivando sukuma wiki e spinaci.

Ecco nelle foto il risultato, dopo circa 3 mesi, di quel famoso primo sacco! È da tenere in considerazione il fatto che, nonostante la stagione delle piogge sarebbe dovuta iniziare lo scorso 15 ottobre, a Iriamurai e nelle zone limitrofe non ha mai piovuto veramente.

Multistorey dopo 3 mesi

Questo dimostra come questa tecnica riesca a portare dei risultati eccellenti anche in situazioni di grande scarsità di acqua. Da sottolineare, anche, il grande impegno da parte del gruppo nel prendersi cura di questa risorsa.
Complimenti!

Puoi contribuire alla realizzazione dei progetti con una donazione!

Vai alla pagina del progetto in Kenya.

Seguici e condividi:

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *